RSS

Muffa e problemi in appartamento, se i proprietari “latitano” interviene lo Sportello Sfratti e Condominio.

13 Ago

(14 agosto 2013) Un appartamento preso in affitto da soli due mesi che inizia a trasudare umidità, tanto da rovinare tutti i mobili degli inquilini. Un altro in cui muffa e umidità creano una situazione talmente grave da venire certificata anche dall’Ulss. Sono solo due dei casi sottoposti all’attenzione degli esperti di Adico tramite lo Sportello Sfratti e Condominio, attivato da Adico per chi chiede aiuto per problemi legati a casa, condominio e rapporti tra inquilino e proprietario, affrontati da entrambi i punti di vista. In particolare in casi come questi, di appartamenti che dopo pochi mesi presentano pesanti problemi di abitabilità, e di proprietari che non solo non si mostrano collaborativi, ma anzi scaricano la responsabilità sugli inquilini stessi, Adico agisce tramite diffida puntando a una soluzione conciliativa ed extragiudiziale.

Come hanno fatto G.V. e la moglie, di Martellago: a ottobre 2012 hanno preso in affitto un appartamento che poco dopo ha iniziato a presentare pesanti vizi di conformità a causa della consistente presenza di muffa e delle macchie di umidità. I coniugi, non riuscendo a risolvere il problema con pulizia e aerazione dei locali, denunciano la situazione al proprietario, confidando in un intervento da parte sua, ma le numerose richieste di bonifica e di risoluzione bonaria cadono nel vuoto. Così i consumatori segnalano i problemi all’Ulss 13 – Dipartimento di prevenzione, servizio Igiene e Sanità pubblica, che in seguito a un sopralluogo certifica che l’alloggio è antigienico: ma nemmeno la relazione dell’Ulss risolve la situazione, così G.V. Si rivolge all’Adico. «Abbiamo chiesto la riduzione del canone di locazione, oltre all’eliminazione del vizio, per tutelare la salute dei consumatori – spiegano gli esperti di via Volturno – anche perché nell’appartamento assieme a loro vivono la figlia e la nipotina e le condizioni igienico-sanitarie sono sotto il livello minimo. In questi casi si ha diritto a chiedere la riduzione del canone e addirittura la risoluzione del contratto con risarcimento danni».

Situazione analoga quella di B.S., di Mestre: nell’appartamento in cui vive in affitto negli ultimi mesi ha iniziato a comparire abbondante muffa, nonostante sia stato tenuto sempre con cura e diligenza. Il padrone di casa, in seguito a un primo sopralluogo, ha consegnato alla signora due deumidificatori da utilizzare ininterrottamente giorno e notte, garantendo che si sarebbe accollato il costo della bolletta, ma nonostante questo la muffa ha continuato ad aumentare, creando anche problemi di salute alla signora, che come il figlio soffre di asma, tanto da costringerli a chiudere lo scorso marzo il contratto di affitto. Ma nel momento del trasloco, ecco la nuova scoperta: molti mobili, acquistati meno di due anni prima, erano pressoché irrecuperabili perché interamente ricoperti di muffa, per un danno totale di oltre 2.500 euro, oltre a 270 euro di bollette dell’energia elettrica utilizzata per il funzionamento dei deumidificatori. Anche in questo caso è stato chiesto un risarcimento danni, a cui il legale del proprietario ha risposto chiedendo 4.000 euro per il ripristino delle pareti e per la perdita della locazione.

«Queste storie, così diverse l’una dall’altra, dimostrano bene come i problemi legati alla casa possano essere molteplici e gravi – conclude il presidente di Adico Garofolini – e affrontarli da soli porti un grande senso di frustrazione. Meglio affidarsi a degli esperti che sappiano tentare tutte le strade dello stragiudiziale, per evitare di addentrarsi in cause lunghe e costose dall’esito incerto».

fonte:http://www.associazionedifesaconsumatori.it/primo-piano/muffa-e-problemi-in-appartamento-se-i-proprietari-latitano-interviene-lo-sportello-sfratti-e-condominio-2/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 agosto 2013 in Notizie & Politica

 

Tag:

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

camperista59

This WordPress.com site is the bee's knees

Contro*Corrente

by Gianluca

Tutto il Fango Minuto per Minuto

✰ ✰ ✰ ✰ ✰ la Controinformazione ✰ ✰ ✰ ✰ ✰

CARLOANIBALDIPOST.COM

HannibalCarlo WordPress blog, just another

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: