RSS

Crisi, in 7 anni quintuplicati gli italiani alla mensa dei poveri.

20 Ago

COSENZA Hanno perso il lavoro, sono padri separati, economicamente sono al collasso ed ogni sera si recano alla mensa diocesana di Rossano per consumare un pasto caldo. Aumentano sempre di più le persone che non hanno la possibilità di assicurarsi almeno un pasto al giorno e tra questi gli italiani sono in forte aumento. Altrettanto drammatica la situazione degli uomini separati che finiscono per fare ritorno a casa dei genitori e lasciare l’abitazione alla moglie ed ai figli. In sette anni di attività della mensa, il numero di italiani si è quintuplicato. La mensa diocesana è nata nel 2006 perché voluta dall’arcivescovo Santo Marcianò, giunto a Rossano da poco tempo. Se nel 2006 ad usufruirne erano soprattutto stranieri di diversa nazionalità, oggi alla mensa arrivano almeno 30 italiani che consumano il pasto nella struttura mentre altri 15 preferiscono prenderlo e portarlo a casa, probabilmente per vergogna.  Il responsabile della mensa diocesana racconta che «arrivano da noi con il capo chino e poca voglia di parlare. Sappiamo che si rivolgono a noi perché una volta separati e lasciato il tetto coniugale, fanno ritorno dai genitori e non vogliono gravare ulteriormente sulle famiglie. Vengono a mangiare da noi per risparmiare un pasto».  Singolare è la storia di Lorenzo (nome di fantasia), di 54 anni, separato da qualche anno. Lorenzo ha iniziato a lavorare all’età di 9 anni come barista anche se per lo Stato ha solo 25 anni di contributi. «Non mi assume più nessuno – racconta – data l’età, ma io ho una famiglia. Anche se sono separato proprio a causa del mio licenziamento, ho sempre i miei due figli da sostenere. Sono adulti entrambi, uno ha 31 anni e l’altro 25 anni, ma solo uno lavora e guadagna poco più di 500 euro. La mia ex moglie è casalinga e fino a due anni fa percepiva una pensione pari a 276 euro di invalidità perché malata di tumore. Lo Stato ora ha sospeso anche questa piccola pensione perché è guarita. Non mi vergogno a dirlo, io mangio alla mensa e dormo in un magazzino».  La mensa di Rossano è stato il primo segno che la Diocesi ha voluto dare come risposta alla povertà. Questo impegno si è poi sempre più allargato coinvolgendo tutte le realtà del territorio. Sono nate, infatti, due mense nel comune di Corigliano, una mensa nella zona di Mirto, ed anche Cariati ha seguito lo stesso esempio. «Chi bussa alle nostre mense – dice mons. Marcianò – non sono solo immigrati ma vi è tanta gente del nostro territorio che vive momenti drammatici di sofferenza e di povertà. Quasi ogni giorno qualcuno bussa alla porta dell’Arcivescovado per presentarmi le spese da pagare perché i soldi non bastano mai o spesso non ci sono proprio. Tocco quotidianamente con mano la sofferenza che si vive tra la nostra gente. Personalmente incontro ogni giorno giovani in cerca di lavoro». Monsignor Marcianò lancia poi l’allarme per il «problema del gioco d’azzardo. La crisi economica spinge tanta gente a rincorrere l’illusione di guadagni facili attraverso il gioco, ma si tratta di un’illusione amara che finisce per rovinare la vita di singoli e di intere famiglie. Esso aggiunge problemi a problemi. È un dramma con il quale mi confronto quotidianamente vedendo famiglie che a causa del gioco non hanno neppure il necessario per mangiare».

Monica Curia (Ansa)

http://www.corrieredellacalabria.it/stories/cronaca/17022_crisi_in_7_anni_quintuplicati_gli_italiani_alla_mensa_dei_poveri/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 agosto 2013 in Notizie & Politica

 

Tag:

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

camperista59

This WordPress.com site is the bee's knees

Contro*Corrente

by Gianluca

Tutto il Fango Minuto per Minuto

✰ ✰ ✰ ✰ ✰ la Controinformazione ✰ ✰ ✰ ✰ ✰

CARLOANIBALDIPOST.COM

HannibalCarlo WordPress blog, just another

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: