RSS

Benedetti quattrini.

31 Ago

I beni “evaporati” a San Giovanni in Fiore. La casa di cura nei locali dell’Abbazia Florense. I soldi delle offerte a San Francesco di Paola giocati in borsa. Quando le vie della religiosità si incrociano con le indagini delle Procure.

IN EDICOLA | Benedetti quattrini

La storia inizia nel 2006, a dicembre. A San Giovanni in Fiore – nella parrocchia che ha nella sua “giurisdizione” anche l’Abbazia Florense – arriva un nuovo parroco, Santo Canonaco. Trova conti svuotati e molte fatture da pagare. Il 7 dicembre di quell’anno scrive una lettera al suo predecessore, Francesco Spadafora. È un elenco di bollette e debiti, ai quali si aggiungono diversi beni di proprietà della Curia: sono “evaporati”. Don Santo “resiste” per otto mesi, poi va via e il suo posto viene preso da don Germano Anastasio. Le liturgie domenicali si sommano a quelle per la ricerca dei beni spariti. Fino a quando i carabinieri non raccolgono la denuncia del nuovo parroco. Parte l’inchiesta della Procura di Cosenza, che cerca di far luce sulla vendita di 50 loculi, ceduti con contratti considerati «assolutamente nulli» dall’accusa. E poi sulla scomparsa di  cornici, confessionali, crocefissi, calici, candelieri. E pure di un inginocchiatoio. C’è anche un capitolo che riguarda la vendita di alcuni terreni a Rocca di Neto: la Curia aveva autorizzato la transazione per 35mila euro; pare che ne siano passati di mano più del doppio.
Don Spadafora patteggia la pena di un anno, ma il procedimento va avanti e sfiora un nome eccellente. È il vescovo di San Marco Argentano-Scalea, Leonardo Bonanno, indagato perché avrebbe rivelato notizie coperte dal segreto proprio a don Francesco.
Dei soldi scomparsi – alcune stime parlano di due milioni di euro – non c’è traccia.
Ma la storia si arricchisce di un nuovo particolare, che non finisce nell’inchiesta ma fa discutere molto tra i monti della Sila. L’ospizio “San Vincenzo de’ Paoli”, che si trova al piano terra e al primo piano dell’abbazia, viene ceduto a titolo gratuito  a una società. Che si chiama proprio “San Vincenzo de’ Paoli srl”. La parrocchia, si legge nell’atto di cessione, era «proprietaria e titolare dell’attività di assistenza agli anziani, svolta da oltre 50 anni». Attività ceduta, il 3 maggio del 2006, alla srl che si era costituita quello stesso giorno. Per un dirigente del Comune, quella srl «esercita l’attività ricettiva di assistenza agli anziani fin dal 1946 ed è l’unica struttura operante sul territorio di San Giovanni in Fiore». Parere necessario per ottenere l’accreditamento. I livelli politici del Comune disconoscono l’atto e reclamano i locali della casa di cura. Ma, a sette di distanza, nulla è cambiato.
È un caso, quello della parrocchia di San Giovanni in Fiore, che si somma ad altri nei quali le procure hanno messo nel mirino la gestione dei denari da parte della Chiesa. A Paola i soldi delle offerte ai frati Minimi sarebbero scomparsi e poi riapparsi su conti privati e in speculazioni di borsa. A San Pietro in Amantea, invece, un parroco avrebbe fatto carte false pur di dare il via all’apertura di un museo dei cimeli tecnologici. Mentre, a pochi chilometri di distanza, a Serra d’Aiello, quel che resta dell’Istituto Papa Giovanni ricorda il caso più doloroso di utilizzo deviato dei fondi (pubblici) destinati a un’attività legata alla Curia di Cosenza: mentre i pazienti della struttura vivevano in condizioni assai poco dignitose, don Alfredo Luberto, responsabile delle finanze dell’Ipg, acquistava per sé dipinti di pregio e attrezzi per tenersi in forma. (0020)

La storia di copertina “Benedetti quattrini”, con i servizi di Roberto De Santo e Pablo Petrasso, è sul numero 115 del Corriere della Calabria, in edicola fino al 5 settembre.

http://www.corrieredellacalabria.it/stories/cronaca/17252_in_edicola__benedetti_quattrini/

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 agosto 2013 in Notizie & Politica

 

Tag:

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

camperista59

This WordPress.com site is the bee's knees

Contro*Corrente

by Gianluca

Tutto il Fango Minuto per Minuto

✰ ✰ ✰ ✰ ✰ la Controinformazione ✰ ✰ ✰ ✰ ✰

CARLOANIBALDIPOST.COM

HannibalCarlo WordPress blog, just another

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: